Passa ai contenuti principali

Mettere una CD distro-live in una penna usb

Off Topic
Seguiranno oltre ai classici post, alcuni un pò più tecnici dedicati alle attività e alle esperienze maturate nella preparazione della mia tesi. Oggi per esempio mi serviva poter caricare una distro live di prova su una usb con filesystem fat32, in modo da poterla modificare senza rimasterizzare ogni volta un cd
/Off Topic

Obiettivo
Trasferire una distribuzione linux live-cd in una penna USB e renderla avviabile

Introduzione
Le distribuzioni live linux sono sempre più diffuse e molto comode per iniziare ad affacciarsi al mondo del pinguino. Spesso ci si trova davanti a distro molto leggere come nel caso di dsl (vedi link sotto) oppure di dimensioni superiore ad un cd, come nel caso di dvd-live.
Ogni aggiornamento di versione implica una masterizzazione del supporto con notevole perdita di tempo.
Se si vogliono fare dei test veloci sulla distribuzione o se si ha bisogno di un sistema linux funzionante può essere più comodo quindi utilizzare come supporto una penna USB, visto che allo stato attuale non è difficile procurarsene da 2 GB e oltre.
Quello che segue è stato fatto usando slax frodo, ubuntu come sistema di lavoro e una penna USB da 128 MB.

Occorrente
  • Penna USB di capienza sufficiente a contenere l'immagine iso della distribuzione desiderata
  • syslinux installato nel proprio sistema
  • mtools installate
  • Immagine iso della distribuzione desiderata
  • BIOS capace di avviarsi da USB
Procedimento
1) Accertiamoci di avere installati i pacchetti syslinux e mtools. Questi pacchetti servono per poter creare su un filesystem fat32 un sistema di avvio del kernel di linux.

2) Scaricate l'immagine iso della distribuzione scelta (nel mio caso Slax frodo edition)

3) Ora bisogna montare l'immagine in una directory che creiamo al volo per comodità. Prima di proseguire rendiamoci root con un "su" oppure in ubuntu ricordandoci di anteporre il solito comando "sudo" a quanto segue
# mkdir /liveUSB
# mount -o loop .iso /liveUSB
carichiamo la chiave USB con un mount oppure se state usando una distribuzione recente la cosa dovrebbe avvenire in automatico nella cartella /media o /mnt. Alla vecchia maniera basterà un
# mount -t auto /dev/sdaX
con X il numero del device, a volte sdbX o altro a seconda del vostro hardware

4) Copiamo il contenuto dell'immagine iso nella penna con un
cp -ra /liveUSB/*
5) passiamo nella directory della penna USB e andiamo a copiarci vmlinuz e initrd.gz nella directory principale della penna. Infine rinominiamo il file isolinux.cfg in syslinux.cfg
cd /media/usbstick
cp boot/vmlinuz .
cp boot/initrd.gz .
mv isolinux.cfg syslinux.cfg
6) Bene, ora dobbiamo modificare il file syslinux.cfg per adeguarlo alle modifiche appena fatte. Apriamoci un editor con i permessi di root. Io per esempio mi trovo bene per queste cose con pico
# pico syslinux.cfg
Cancelliamo /boot/ dalle righe in cui compare /boot/vmlinuz e /boot/initrd.gz

7) Ora avvaliamoci di syslinux per rendere la penna avviabile (per maggiori info usate man syslinux). Come parametro serve conoscere il device associato quindi può essere utile guardare il file /etc/mtab con un
cat /etc/mtab
nel mio caso per esempio la penna è sul deivce sdb1. Lanciamo quindi syslinux
# syslinux -s /dev/sdaX
8) Abbiamo finito non rimane che smontare la penna e l'immagine iso
# umount /liveUSB
# rmdir /liveUSB (opzionale, se volete cancellare la directory)
# umount /media/usb
Ora basta accendere il PC, impostare il BIOS per avvio da USB e inserire la penna USB.

Link
Juan Marcelo Rodriguez
Alessio Porcacchia
Slax
Puppy Linux
Feather Linux
Damn Small Linux

Post popolari in questo blog

Se excel non aggiorna le formule

Oggi in ufficio è capitata una richiesta particolare. In un documento excel dopo aver eseguito un copia-incolla di una formula non si aggiornavano i risultati nelle celle interessate. Dopo attimi di perplessità dal fondo dell'ufficio il capo ci illumina con una funzione ai più sconosciuta e che ha risolto il problema: il tasto F9. Scusate la mia ignoranza in excel ma questo blog è pensato proprio per appuntare esperienze di vita informatica. Tutto sta nel fatto che i "calcolatori d'un tempo" non disponevano di una adeguata potenza di calcolo e nelle operazioni di copia-incolla si verificavano lunghe attese per l'aggiornamento. La soluzione adottata da MS è stata quella di inserire un'opzione per impedire l'aggiornamento automatico e forzarlo con una combinazione di tasti... il tasto F9!
Combinazioni utili per il calcolo delle formule F9 = calcola le formule modificate dall'ultimo calcolo in tutte le cartelle e fogli di lavoro aperte. MAIUSC + F9 = c…

Riflessioni sull'ordinamento

Gli algoritmi di ordinamento sono da sempre i più gettonati e interessanti dal punto di vista didattico (si veda la complessità computazionale) e funzionale (quasi tutti i programmi hanno almeno una funzione di ricerca). Proprio di questi giorni sono alcuni articoli di Programmazione.it dedicati a questo tema (link).Coding Horror in questo articolo presenta una provocazione molto interessante al di là delle opinioni personali:

The default sort functions in almost every programming language are poorly
suited for human consumption.
L'articolo pone l'attenzione sulla differenza tra l'ordinamento alfanumerico e quello ASCII solitamente usato nei metodi nativi dei linguaggi. Il discorso si ampia se poi pensiamo banalmente alla differenza tra Windows e GNU/Linux che è case sensitive.
Spesso i sistemi operativi e i linguaggi di programmazione realizzano ordinamenti rispettando l'ordine della tabella di codifica ASCII e non l'ordinamento naturale della lingua. I commenti a se…

Timeline dei Linguaggi di programmazione

O'Reilly ha reso disponibile per tutti gli appassionati un interessante poster in formato pdf in cui vengono riassunti 50 anni di storia dei linguaggi di programmazione.Il poster mostra una timeline colorata nella quale sono evidenziate le principali derivazioni tra i vari linguaggi... da vedere
http://www.oreilly.com/news/graphics/prog_lang_poster.pdf



fonte programmazione.it