Passa ai contenuti principali

Cambiare l'immagine di sfondo di GRUB

Una delle prime cose che faccio dopo aver installato una distribuzione con il bootloader GRUB è quella di cambiare l'immagine dello sfondo, o meglio aggiungerla visto che di default c'è una bella schermata nera.
Nota: come al solito alcune operazioni richiedono i privilegi di root, se siete utenti Ubuntu ricordatevi di anteporre il solito sudo

1) Per prima cosa bisogna avere l'immagine da caricare all'avvio. Potete cercarne una che vi piaccia tra quelle disponibili in gnome-look.org oppure mettere mano a The Gimp e alle vostra abilità grafica. Se optate per la seconda soluzione ricordatevi che la risoluzione deve essere 640x480, 14 colori e in formato .xpm. Per i colori basta cliccare su Immagine -> Modalità -> Indicizzata.

2) Create un file compresso Gzip della vostra immagine da una console con:
gzip nome_immagine.xpm
dove nome_immagine.xpm è ovviamente la vostra nuova creazione.

3) Create per pulizia una directory per le vostre immagini di GRUB da console con
mkdir /boot/grub/images
mv nome_immagine.xpm.gz /boot/grub/images
4) Modificate il file di configurazione di GRUB che si trova in /boot/grub/menu.lst usando un editor di testo a piacere, per esempio
gedit /boot/grub/menu.lst
Aggiungete adesso prima del blocco relativo ai sistemi operativi (per capirci quei blocchi che iniziano per title... ecc)
splashimage=(hdX,Y)/boot/grub/images/nome_immagine.xpm.gz
Al posto di X e Y vanno messi i paramentri della partizione relativa al vostro GRUB. Potete dare un occhio ai blocchi dei sitemi operativi per vederne i valori corretti. Per esempio il mio GRUB è sulla quarta partizione del primo disco, ecco cosa leggo dal file menu.lst. Nel mio caso X=0 e Y=3
title Ubuntu, kernel 2.6.20-15-generic
root (hd0,3)
Ora potete riavviare e godervi la vostra nuova splash!

EDIT 16 - 01 - 2009: Per gli utenti smaliziati o che vogliano provare a cimentarsi in una pagina di grub personalizzata su Free Software Magazine è presente un interessante articolo

Post popolari in questo blog

Se excel non aggiorna le formule

Oggi in ufficio è capitata una richiesta particolare. In un documento excel dopo aver eseguito un copia-incolla di una formula non si aggiornavano i risultati nelle celle interessate. Dopo attimi di perplessità dal fondo dell'ufficio il capo ci illumina con una funzione ai più sconosciuta e che ha risolto il problema: il tasto F9. Scusate la mia ignoranza in excel ma questo blog è pensato proprio per appuntare esperienze di vita informatica. Tutto sta nel fatto che i "calcolatori d'un tempo" non disponevano di una adeguata potenza di calcolo e nelle operazioni di copia-incolla si verificavano lunghe attese per l'aggiornamento. La soluzione adottata da MS è stata quella di inserire un'opzione per impedire l'aggiornamento automatico e forzarlo con una combinazione di tasti... il tasto F9!
Combinazioni utili per il calcolo delle formule F9 = calcola le formule modificate dall'ultimo calcolo in tutte le cartelle e fogli di lavoro aperte. MAIUSC + F9 = c…

Dove si trova il mio ISP?

Il link di oggi è My IP Address Lookup. Questo servizio spagnolo mostra dove si trova fisicamente il vostro ISP. Quando vi collegate ad internet in realtà prima fate una richiesta (il vostro modem o router) ad una macchina del vostro ISP e poi vi viene assegnato un indirizzo IP. Se volete sapere dove si trova la macchina che vi permette di accedere alla rete visitate pure
http://www.ip-adress.com/

Potrete inoltre conoscere il vostro IP e il provider che ve lo offre

RaspberryPi: Abilitare l'audio analogico

Introduzione
Il mio raspi è collegato ad una vecchia TV CRT che ho convertito in una smartTV. RaspberryPi infatti è un ottimo prodotto per configurare un media center con connessione ad internet ed altre amenità. Se usate una vecchia TV come nel mio cavo potrebbe interessarvi come abilitare l'uscita analogica per l'audio, il jack da 3,5 mm per intenderci. Per fare ciò dobbiamo assicurarci di avere i moduli giusti del kernel caricati e configurare il raspi ad utilizzare la giusta uscita audio, infatti di default utilizza la porta HDMI.

Controllo della presenza del modulo snd_bcm2835
1 Per controllare che il modulo giusto sia presente da linea di comando eseguire

sudo lsmod | grep snd_bcm2835

2 Se non vedete alcun output vuol dire che il modulo non è ancora caricato altrimenti potete passare al prossimo paragrafo.
3 Proviamo a caricare  il modulo con il seguente comando da terminale

sudo modprobe snd_bcm2835

Se l'output del comando è una cosa del genere

FATAL: Module snd_bcm2835…