Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2007

Come recuperare una lista dei driver installati

Metodo Windows
Lo so sto diventando un pò troppo winzozziano, ma non si può sputare sul piatto dove si mangia e sfortunatamente nelle aziende italiane è veramente difficile trovare spazio per proporre piattaforme desktop con una bella distro GNU/Linux... chiusa la parentesi forse un pò provocaria, passo al tip di oggi. Quando la vostra xp box inizia a vacillare a furia di ripetute installazioni hardware potrebbe essere necessario spulciare tra tutti i driver installati nel vostro sistema. Il prompt dei comandi di XP vi viene in aiuto con il comando driverquery. Per avere comodamente un file dettagliato con le informazioni disponibili lanciate dal prompt (pulsante Start -> Esegui... -> cmd -> OK)


driverquery /V >driver.txt questo comando scriverà in driver.txt un output di driverquery dettagliato
fonte "Windows: Get a Complete List of Drivers On Your Machine" [LifeHacker]

Metodo GNU/Linux

In ambiente GNU/Linux uno tra i tanti comandi utilizzabili da shell c'…

Powertop: come risparmiare energia con Linux

Powertop è uno strumento molto utile per chi possiede un processore Intel ed ha installata una piattaforma GNU/Linux con kernel 2.6.21 o superiore. Uso il mio portatile principalmente alla sera per navigare e giocare, mentre durante la gioranta funge da piccolo server, ovvio che il risparmio energetico è molto importante... sopratutto a fine mese.
Powertop ci aiuta ad intervenire sulla configurazione della nostra macchina per salvare qualche watt prezioso. Il programma ha un'interfaccia a linea di comando ed è veramente intuitivo nell'utilizzo. Non è tradotto in italiano ma anche per chi non mastica la lingua internazionale può rivelarsi uno strumento interessante. Nella parte centrale vengono elencate le cause di maggior uso energetico mentre sotto powertop ci suggerisce dei comandi per limitare il consumo.

fonte: Linux by example

Notepad: intestazioni personalizzate

Anche oggi ho imparato una cosa nuova. In notepad è possibile modificare gli output delle intestazioni e dei piè di pagina: si può aggiungere del testo fisso ed anche parametri variabili come avviene anche per il fratello maggiore Word. La guida in linea spiega chiaramente il funzionamento di alcuni tag che possono risultare interessanti. Alle impostazioni si accede dal menu "File" -> "Imposta pagina". I parametri sono:
&f = mostra il nome del file
&d = visualizza la data corrente
&t = visualizza l'ora di sistema
&p = inserisce il numero di pagina stampata


Poi ve ne sono altri da usare in combinazione con questi:
&l = per l'allineamento a sinistra
&r = per l'allineamento a destra
&c = per l'allineamento al centro

Per esempio se volessimo una cosa del genere a sinistra dell'intestazione il nome dell'azienda e a destra il nome del file possiamo usare la combinazione

&l Mia Azienda &r &f

Riflessioni sull'ordinamento

Gli algoritmi di ordinamento sono da sempre i più gettonati e interessanti dal punto di vista didattico (si veda la complessità computazionale) e funzionale (quasi tutti i programmi hanno almeno una funzione di ricerca). Proprio di questi giorni sono alcuni articoli di Programmazione.it dedicati a questo tema (link).Coding Horror in questo articolo presenta una provocazione molto interessante al di là delle opinioni personali:

The default sort functions in almost every programming language are poorly
suited for human consumption.
L'articolo pone l'attenzione sulla differenza tra l'ordinamento alfanumerico e quello ASCII solitamente usato nei metodi nativi dei linguaggi. Il discorso si ampia se poi pensiamo banalmente alla differenza tra Windows e GNU/Linux che è case sensitive.
Spesso i sistemi operativi e i linguaggi di programmazione realizzano ordinamenti rispettando l'ordine della tabella di codifica ASCII e non l'ordinamento naturale della lingua. I commenti a se…

Se excel non aggiorna le formule

Oggi in ufficio è capitata una richiesta particolare. In un documento excel dopo aver eseguito un copia-incolla di una formula non si aggiornavano i risultati nelle celle interessate. Dopo attimi di perplessità dal fondo dell'ufficio il capo ci illumina con una funzione ai più sconosciuta e che ha risolto il problema: il tasto F9. Scusate la mia ignoranza in excel ma questo blog è pensato proprio per appuntare esperienze di vita informatica. Tutto sta nel fatto che i "calcolatori d'un tempo" non disponevano di una adeguata potenza di calcolo e nelle operazioni di copia-incolla si verificavano lunghe attese per l'aggiornamento. La soluzione adottata da MS è stata quella di inserire un'opzione per impedire l'aggiornamento automatico e forzarlo con una combinazione di tasti... il tasto F9!
Combinazioni utili per il calcolo delle formule F9 = calcola le formule modificate dall'ultimo calcolo in tutte le cartelle e fogli di lavoro aperte. MAIUSC + F9 = c…