Passa ai contenuti principali

Gweather, esperimenti malriusciti di personalizzazione delle località

Dopo la rigenerante passeggiata serale con consorte, mi sono ritagliato del tempo per giocare con le applet di gnome (giusto il tempo dei Cesaroni che come potrete immaginare non rappresentano il mio passatempo preferito). L'occhio è caduto sulle Condizioni Meteo o meglio gweather-applet-2 che ho prontamente aggiunto al pannello.
Ho sempre pensato che sapere che tempo faccia fuori dalla finestra non sia molto utile, però per provare, ho cercato la mia bene amata Padova e... con sommo sconforto non c'era.
Ottimo, scatta subito l'indole dell'ingegnere medio, quale io sono e che vado a descrivere qui sotto.

Fase 1: L'ingegnere (o scimmia furiosa) spacca la scatola e ne vede il contenuto per carpirne i reconditi segreti
Individuata l'applet inizio a cercare sulla mia macchina i vari riferimenti al pacchetto gweather. L'oggetto della discordia è
/usr/share/libgweather/Location.xml
Un file xml abbastanza pesante (in alcune distribuzioni le dimensioni possonoi raggiungere i 60MB, un file per localizzazione) che mappa tutte le località disponibili per l'applet. Apro il file di definizione dell'xml e il Location.xml in cerca di una città nota, per esempio Venezia. Bene, la struttura è la seguente


Venice
45.438611 12.326667

Tessera Airport
LIPZ
45.500000 12.333333



Ora per Padova le informazioni relative alle coordinate in gradi decimali e al codice ICAO le ho trovate qui
http://www.fallingrain.com/world/IT/0/
http://en.wikipedia.org/wiki/List_of_airports_by_ICAO_code:_L#LI_-_Italy

Ero a conoscenza dell'aeroporto di Padova "LIPU – Padova Airport (Gino Allegri Airport) – Padua (Padova)" ma non immaginavo di trovare così facilmente le informazioni in siti internazionali... speriamo bene. Ecco la sezione che dovrebbe fare al caso mio:


Padova
45.416111 11.88288

Padova Airport (Gino Allegri Airport)
LIPU
45.350000 11.666777



Per modificare il file gedit mi ha dato grossi problemi di visualizzazione e quindi ho dovuto optare... mi vergogno a scriverlo, openoffice.
Non ho mai avuto la pazienza di imparare vim (e me ne rammarico... seguono le doverose scuse per la vecchia scuola GNU). Ho cercato Venezia nell'xml e ho piazzato il mio bel codice. Ricopiato al suo posto giunge la fatidica ora della prova sperimentale!
Aggiungo al panello l'applet Condizioni Meteo e
"portanna" non funziona... Penso che il problema sia legato al fatto che l'aeroporto di Padova sia usato solo per trasporti locali... sigh. Ma allora perchè le varie desklets e screenlets e varie mi fanno vedere i forecast meteo?
Non domo provo la carta: cambiamo codice, LIPU suona male, perchè non usare lo zip code come succede per weather.com o yahoo. Per Padova il codice zip è ITXX0054. Bene sostituendolo a Location.xml... niente da fare. Cala il sipario alla fase esplosiva e passo alla fase due

Fase 2: L'ingegnere rinsavito si dedica alla fase di analisi documentale (detta anche RTFM!)
Cercando in rete mi rendo conto che il problema è sentito da moltissimi utenti di gnome. Nel sistema launchpad di Ubuntu la maggior parte dei bug relativi all'applet sono relativi a carenze nelle località libgweather. Sempre nel sistema di brainsotrming della Canonical si propongono queste soluzioni: idea #17670. Mentre al quartier generale di Gnome si stanno già muovendo per rivedere l'intera appllet, come potrete vedere qui e qui

Fase 3: La morale della storia
Il monodo open source e in particolare il mondo free software che gira intorno a GNU\linux è un mondo vivo e per lo più trasparente. Tutti si possono sentire parte di una comunità che cresce anche con l'aiuto di chi semplicemente dà dei feedback al codice rilasciato.
Chi gioca con le applicazioni e chi si prende cura di scrivere e riscrivere codice per tutti.

Post popolari in questo blog

Se excel non aggiorna le formule

Oggi in ufficio è capitata una richiesta particolare. In un documento excel dopo aver eseguito un copia-incolla di una formula non si aggiornavano i risultati nelle celle interessate. Dopo attimi di perplessità dal fondo dell'ufficio il capo ci illumina con una funzione ai più sconosciuta e che ha risolto il problema: il tasto F9. Scusate la mia ignoranza in excel ma questo blog è pensato proprio per appuntare esperienze di vita informatica. Tutto sta nel fatto che i "calcolatori d'un tempo" non disponevano di una adeguata potenza di calcolo e nelle operazioni di copia-incolla si verificavano lunghe attese per l'aggiornamento. La soluzione adottata da MS è stata quella di inserire un'opzione per impedire l'aggiornamento automatico e forzarlo con una combinazione di tasti... il tasto F9!
Combinazioni utili per il calcolo delle formule F9 = calcola le formule modificate dall'ultimo calcolo in tutte le cartelle e fogli di lavoro aperte. MAIUSC + F9 = c…

Riflessioni sull'ordinamento

Gli algoritmi di ordinamento sono da sempre i più gettonati e interessanti dal punto di vista didattico (si veda la complessità computazionale) e funzionale (quasi tutti i programmi hanno almeno una funzione di ricerca). Proprio di questi giorni sono alcuni articoli di Programmazione.it dedicati a questo tema (link).Coding Horror in questo articolo presenta una provocazione molto interessante al di là delle opinioni personali:

The default sort functions in almost every programming language are poorly
suited for human consumption.
L'articolo pone l'attenzione sulla differenza tra l'ordinamento alfanumerico e quello ASCII solitamente usato nei metodi nativi dei linguaggi. Il discorso si ampia se poi pensiamo banalmente alla differenza tra Windows e GNU/Linux che è case sensitive.
Spesso i sistemi operativi e i linguaggi di programmazione realizzano ordinamenti rispettando l'ordine della tabella di codifica ASCII e non l'ordinamento naturale della lingua. I commenti a se…

Timeline dei Linguaggi di programmazione

O'Reilly ha reso disponibile per tutti gli appassionati un interessante poster in formato pdf in cui vengono riassunti 50 anni di storia dei linguaggi di programmazione.Il poster mostra una timeline colorata nella quale sono evidenziate le principali derivazioni tra i vari linguaggi... da vedere
http://www.oreilly.com/news/graphics/prog_lang_poster.pdf



fonte programmazione.it