Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da 2013

Installare i driver z600 CUPS Lexmark in Ubuntu 13.10

Introduzione
Alcune stampanti Lexmark, ormai abbastanza datate sono supportate con il driver z600 per il server di stampa CUPS. Peccato che per Ubuntu 13.10 non ci sia alcun pacchetto disponibile. Unica alternativa è quella di scaricare il driver da Lexmark in formato rpm (Red Hat per intenderci) e convertirlo per Debian / Ubuntu. In questo post i passi che ho eseguito nel tentativo di far funzionare una Lexmark X1270.
Nella fattispecie la stampante in questione è una multifunzione e per quanto riguarda la funzionalità di scanner il tutto funziona benissimo out of the box, senza alcuna configurazione manuale.

Installazione di alcuni pacchetti propedeutici
Per convertire il pacchetto in formato rpm servono alcuni pacchetti propedeutici per proseguire con la procedura. I pacchetti in questione sono alien, fakeroot e libstdc++5. Per installare il tutto, per fortuna già presente nei repository ufficiali di Ubuntu basterà da linea di comando eseguire:

sudo atp-get install alien fakeroot libs…

Debian + Eclipse + ADT: Failed to load libGL.so

All'avvio dell'emulatore di Android per Eclipse in ambiente GNU\Linux potreste avere in console un errore del genere:

[2013-11-10 02:52:10 - Emulator] error libGL.so: cannot open shared object file: No such file or directory 
[2013-11-10 02:52:10 - Emulator] Failed to load libGL.so

Il problema è che all'interno dell'SDK di Android installato nella nostra GNU\Linux box manca il binario della libreria libGL. Solitamente questa libreria è presente nelle distribuzioni più aggiornate. L'idea è quindi quella di creare un link simbolico verso la libreria nel nostro SDK.
Per trovare la libreria da terminale eseguire il seguente comando

locate libGL

Dovreste avere un risultato simile a questo:

/usr/lib/i386-linux-gnu/libGLU.so.1 
/usr/lib/i386-linux-gnu/libGLU.so.1.3.1 
/usr/lib/i386-linux-gnu/mesa/libGL.so.1 
/usr/lib/i386-linux-gnu/mesa/libGL.so.1.2.0

Bene ora possiamo creare il link simbolico. Ovviamente il primo parametro è uno dei risultati utili del comando locate, ment…

Velocizzare boot e avvio delle applicazioni in Debian / Ubuntu

Introduzione e Disclaimer
Cercare il tuning perfetto della propria distribuzione è sempre un argomento interessante per gli utilizzatori di GNU\Linux. Esistono diversi tool che sostanzialmente attraverso l'analisi dell'utilizzo medio delle applicazioni di un utente o del sistema intero, riescono a predisporre delle politiche di pre-caching dei file più utilizzati in memoria.
Il prezzo da pagare, come spesso accade nell'informatica, è quello di una maggiore occupazione della memoria RAM. Alcune soluzioni, inoltre, a seconda della macchina su cui vengono applicate possono addirittura essere controproducenti per le performance.
In ogni caso varrà la pena provarle, anche solo per il gusto di farlo anche se ricordo che quello che fate sulle vostre macchine seguendo questo post lo fate a vostro rischio e pericolo.

La macchina su cui sto facendo le prove è una Debian 7.

Preload
Preload è un programma eseguito come demone "adattivo" nel senso che raccoglie dati in backgrou…

Apache Tomcat 6.0: uso della cache con getResource() e getResourceAsStream()

Introduzione
Proprio in questi giorni mi sono scontrato su un apsetto di Apache Tomcat che non conoscevo ancora. L'esigenza era quella di approntare su un file della configurazione per un comportamento particolare della web application. L'idea era quella di poter ricaricare la configurazione senza riavviare l'intera applicazione e la lettura del file si basava su un InputStream che recuperavo dal class loader con la chiamata a getClass().getResourceAsStream(String path)... ed è qui che nasce il post di oggi, che se volete è più un tip.

Utilizzo di getResource() e getResourceAsStream()
L'oggetto Java Class, prevede i due metodi getResource() e getResourceAsStream() che delegano al class loader la ricerca della risorsa. Ora per Tomcat il comportamento di base è differente per i due metodi, infatti il WebClassLoader di Apache Tomcat per il metodo getResourceAsStream() passa per la cache interna. Nel mio caso si è tradotto nel fatto che non veniva ricaricata la configurazio…

Mockup UI per Mobile: Debian 7 + Pencil

Premessa
Tempo fa ho usato con successo un'estensione per Firefox per disegnare dei mockup di interfacce grafiche: Pencil. Da un pò di tempo Pencil è disponibile come applicazione stand alone e allora ho pensato di provarlo ad usare come strumento per mockup ui di applicazioni per Android.
L' uso dei mockup è quello di realizzare dei prototipi che mostrino all'utente finale come sarà l'applicazione senza dover scrivere la funzionalità sottostante.
Vediamo allora come installare questo programma in Debian. Visto che utilizzerò la versione statica del pacchetto la cartella di destinazione sarà /opt

Scaricare il programma
Dalla pagina di download del progetto navigare sul link delle linux builds e scaricare l'archivio tar.gz. Per esempio pencil-2.0.5.tar.gzEstrarre l'archivio in /opt/pencil-2.0.5/
Installare xulrunner
Nato come plug-in per Firefox, Pencil ha come dipendenza XULRunner. Per installarlo nella nostra wheezy basterà da linea di comando eseguire

sudo apt-ge…

KDE4 + Debian 7 da leccarsi le dita

Premessa
Dalla Debian 7 Wheezy, Gnome è stato aggiornato alla versione 3.x. Gnome 3 o Shell IMHO non si presta bene in un ambiente di produzione o più banalmente a chi come me è abituato ai desktop old style. Le GTK3 non sono così stabili e collaudate come le GTK2 e per chi sviluppa in ambiente Java, e in particolare usa Eclipse e la sua libreria SWT spesso si trova davanti rallentamenti e bug. Per questo motivo ho deciso di ritornare ad un vecchio amore, almeno a lavoro.. KDE4 e la sua libreria QT. In questo articolo elenco alcuni accorgimenti grafici per avere un ambiente grafico a mio avviso più curato

1. Installare il tema Ambiance per KDE4
Half-left, un utente di deviantArt ha reso disponibile a questo indirizzo un ottimo tema Ubuntu like.
1.1 Una volta scaricato il pacchetto zip del tema basterà estrarne il contenuto in
~/.kde/share/apps/desktoptheme/
1.2 Selezionare il tema da System Settings, Workspace Appearance, Desktop Theme, Theme il tema Ubuntu Ambiance.


2. Installare il mot…

Menu di Eclipse Kepler spariti in Ubuntu 13.10

Problema
Una volta aggiornato Ubuntu alla nuova versione 13.10 i menu di Eclipse Kepler hanno smesso di funzionare: non era possibile accedere ai menu. Il fastidioso problema è tracciato nel seguente bug #1221848. Esiste un work-around che permette di risolvere il problema andando a modificare i parametri di lancio dell'applicazione

Soluzione
Se avete creato un launcher per Eclipse (vedi post) i passi da seguire sono:

Modificare il launcher eseguendo da terminale il seguente comando:
sudo gedit /usr/share/applications/eclipse.desktop
Modificare il file come segue con [percorso di eclipse] il percorso dell'eseguibile eclipse. Nel mio caso, avendo un'installazione statica il percorso è /opt/eclipse/eclipse[Desktop Entry] Version=1.0 Name=Eclipse Type=Application Exec=env UBUNTU_MENUPROXY= [percorso di eclipse] Terminal=false Icon=/opt/eclipse/icon.xpm Comment=Integrated Development Environment NoDisplay=false Categories=Development;IDE Name[en]=Eclipse X-Ayatana-Desktop-Shortcut…

Configurare cURL dietro un proxy permanente

Oggi breve tip su come configurare cURL dietro ad un proxy. cURL è uno strumento da linea di comando per trasferire dati da o verso un server usando uno dei protocolli supportati : DICT, FILE, FTP, FTPS, GOPHER, HTTP, HTTPS, IMAP, IMAPS, LDAP, LDAPS, POP3, POP3S, RTMP, RTSP, SCP, SFTP, SMTP, SMTPS, TELNET and TFTP.
cURL si basa sulla libreria libcurl ed è spesso usato da script complessi come per esempio GVM.

Soluzione 1
Potete creare un alias nel file ~/.bashrc
1. Aprire con un editor il file

gedit ~/.bashrc

2. Aggiungere la riga seguente sostituendo correttamente [proxy_host] con il proprio proxy e [proxy_port] con la porta

alias curl="curl -x [proxy_host]:[proxy_port]"

Soluzione 2
Configurare cURL attraverso il file ~/.curlrc
1. Aprire con un editor il file

gedit ~/.curlrc

2. Aggiungere la riga seguente sostituendo correttamente [proxy_host] con il proprio proxy e [proxy_port] con la porta

proxy = [proxy_host]:[proxy_port]

Link
cURL: http://curl.haxx.se/docs/manpage.html
photo b…

Convertire file Nikon .NEF in .JPG in Debian o Ubuntu

Premessa
Tutte le macchine fotografiche digitali reflex permettono di salvare i file in modalità RAW. Il formato RAW è molto comodo per poter ritoccare le foto mantenendo una qualità elevata. L'altro giorno mio cugino si è presentato a casa con delle foto che aveva scattato a me e alla mia famiglia durante una festa ed è qui che mi sono imbattuto nei file .NEF, il formato RAW di Nikon.

Formato NEF
In realtà uno scatto NEF ha al suo interno diverse componenti:

una miniatura dell'immaginei dati in formato testo delle impostazioni della macchina al momento dello scatto i dati relativi all'immagine 
Per GNU\Linux esiste un ottimo tool da linea di comando scritto da Phil Harvey che estrae dal file NEF un immagine in formato JPG: exiftool.

Sintassi veloce di exiftool
Usare exiftool  è molto semplice e la sintassi base da linea di comando, una volta posizionati nella cartella dove risiede il file da convertire, è questa:

exiftool -b -JpgFromRaw orignal.NEF > output.jpg

Per rendere…

Greentone Development - 4: Roadmap

In questo post dopo avervi illustrato come poter contribuire a Greentone volevo condividere con voi alcune considerazioni sulla roadmap che vorrei sviluppare. Greentone è un'applicazione con poche funzionalità e l'idea di fondo è proprio quella di mantenerlo semplice ed essenziale. D'altra parte ci sono delle funzioni che ci si aspetta e che non sono ancora presenti: prima tra tutte è la reportistica, e a seguire in ordine sparso la multi utenza, l'integrazione con piattaforme cloud e ovviamente miglioramenti che nascono dall'uso quotidiano del prodotto e dal feed back degli utenti.
Ci sono poi alcune considerazioni tecniche sulle librerie da usare e pratiche tra le quali la piattaforma di hosting più appropriata, la manualistica e tutto l'ecosistema che deve esserci attorno ad un progetto open source affinché questo rimanga vivo e manutenuto.

Reportistica
Ogni gestionale, ha il suo punto di forza sulla reportistica, intesa come la capacità di produrre informazi…

Greentone Development - 3: Import del progetto Gradle + Datanuclues Enhancer

Manca poco per iniziare a sviluppare Greentone. In questo post vedremo come concludere la configurazione del progetto Greentone. I passi sono semplici:

Import Gradle Project

Aprire Eclipse sul workspace di Greentone (nei nostri post era in ~/greentone/workspace)Dal menu principale, selezionare File quindi Import...Selezionare Gradle PorjectPremere il tasto Browse ed andare ad impostare il percorso di checkout del progetto (nei nostri post era in ~/greentone/svn)Premere il pulsante Build Model. Comparirà il progetto greentone che dovrà essere selezionatoPremere FinishAttendere che tutta la procedura di download delle librerie e build del progetto termini.
Nota 1: per aggiornare le librerie è necessario selezionare dal Package Explorer il progetto svn greentone e visualizzare il menu contestuale premendo il tasto destro del mouse. Selezionare dalla voce di menu Gradle quindi refresh dependencies.

DataNucleus Enhancer
Bene il più è fatto. Ora avete tutte le librerie. Manca solo una cosa prim…

Greentone Development - 2: Installare e configurare Eclipse

Nelle puntati precedenti abbiamo installato SVN e una Java SDK nella nostra Ubuntu, siamo ora pronti per installare e configurare l'IDE di riferimento per Greentone: Eclipse.

Installare Eclipse
Dal sito di Eclipse potete scaricare nell'area di download l'ultima versione stabile dell'IDE. Di solito preferisco il pacchetto Eclipse IDE for Java Developers. Come per la JDK di Java discussa nel post precedente il posto migliore dove decomprimere il pacchetto IMHO è la /opt.

tar -zxvf eclipse-java-juno-SR2-linux-gtk.tar.gz sudo mv eclipse/ /opt

Configurare l'avvio di Eclipse
Per prima cosa dobbiamo indicare ad Eclipse quale jvm utilizzare e per far ciò basta modificare il file di avvio in eclipse.ini presente nella cartella di intallazione dell'IDE. Per avere più informazioni trovate la documentazione ufficiale a questo indirizzo http://wiki.eclipse.org/Eclipse.ini

cd /opt/eclipse 
sudo gedit eclipse.ini

Con gedit dovrete aggiungere prima del parametro -vmargs il para…

Greentone Development - 1: Installare Java + Checkout da SVN

In questo post parleremo di come installare una JDK Java su una macchina GNU\Linux e inizieremo a preparare l'ambiente di sviluppo con il checkout del progetto dal repository SVN di Google Code.
Installazione di una JDK Greentone supporta Java dalla versione 1.6 e successive. Questo permette quindi di istallare Java o dai repository ufficiali di Ubuntu, oppure cosa che preferisco in una cartella qualunque del proprio sistema. Per questa guida seguirò la seconda strada per due semplici motivi: il sistema rimane pulito dall'installazione del pacchettoposso far convivere tutte le versioni di Java che voglio
Per sviluppare necessitiamo di una JDK e non della sola JRE, quindi andiamo sul sito della Oracle, link e   scaricate la versione per la piattaforma che state utilizzando x86 o x64, ovviamente la versione con estensione .bin. Una volta scaricato il pacchetto lo potrete per esempio copiare nella cartella di sistema /opt. Perchè /opt? Perchè secondo le direttive FHS di Linux sare…

Greentone Development - 0: Introduzione

Da un pò di tempo stavo pensando di scrivere una documentazione più ordinata per aiutare gli sviluppatori ad aiutare il progetto Greentone di cui sono l'unico sviluppatore e che con Davide come utilizzatore finale portiamo avanti da qualche anno. Ultimamente causa matrimoni, casa, lavoro e l'arrivo dei figli il tempo diventa sempre di meno anche se noto con piacere come alcune persone si affacciano alla porta chiedendo di poter dare una mano per il progetto. Greentone è un gestionale pensato per piccoli studi professionali e dalle caratteristiche essenziali. Spesso i gestionali in commercio offrono un'infinità di funzionalità mentre Greentone si vuole concentrare sul concetto di incarico professionale e svilupparci intorno le funzionalità minime per poterne gestire il ciclo di vita. Greentone è scritto in Java e ed il suo ciclo di vita produttivo è gestito con Gradle. E' un progetto Eclipse ma può essere sviluppato anche con altre IDE. Utilizza diferse librerie import…

Alternativa ad Evernote per Ubuntu: Zim + Dropbox

Premessa Evernote è un prodotto di moda ultimamente ma con un pò di fantasia si possono costruire delle valide alternatice, fatte in casa. Lo scopo non è quello di ottenere un clone di Evernote; l'idea di base è quella di avere una wiki personale utilizzabile per raccogliere informazioni e note, sincronizzata tra più macchine GNU\Linux e perchè no anche con dispositivi Android. Per raggiungere questo scopo si possono usare Zim e il servizio di cloud storage, Dropbox.

Cos'è Zim
Zim è un edito di testo utilizzato per raccogliere pagine wiki. Le pagine vengono salvate su file system su cartelle strutturare e in formato testo piano. Zim porta quindi il concetto di wiki lato desktop. L'obiettivo principale è quello di fornire una wiki personale che possa:

mantenere un archivio di noteprendere note durante riunioniorganizzare le cose da fareessere un luogo adatto per salvare bozze di mail e documentiregistrare idee di un brainstorming
Le funzionalità di Zim poi sono espandibili med…

Ubuntu 13.04: GDBus.Error:org.openobex:Error.Failed

Problema
Ieri ho avuto la necessità di trasferire una foto dal portatile e con piacere ho notato che mi restituiva il seguente errore:

GDBus.Error:org.openobex:Error.Failed: Unable to request session Qualche versione fa di

Ubuntu sono incappato in un problema simile, anche se il problema era legato alla sequenza di avvio del servizio di bluetooth: http://niubbo.blogspot.it/2011/05/problema-bluetooh-in-ubuntu-1104-natty.html.
Questa volta il bug sembra interessare il componente gnome-bluetooth ed è tracciato in Bug #1148033.
Work around Un work around funzionante è proposto da Solario nei commenti del bug.
Hi guys, I solved this problem don't using blueman.
Bluetooth will send and receive data if you run the bluetooth-applet.
I didn't find any other solution.
Da terminale dovete lanciare il seguente comando

Possibili miglioramenti
Si potrebbe eseguire il comando tra le applicazioni di avvio oppure aggiungere l'esecuzione nel file /etc/rc.local. Da utente root con il classico c…

Configurare Gradle dietro un proxy

Se vi trovate in una rete con proxy potrebbe succedere che Gradle non funzioni nell'aggiornare le dipendenze del vostro progetto. Per risolvere il problema basterà aggiungere il file gradle.properties nella cartella dove si trova il vostro build.gradle ed inserire le seguenti proprietà:
systemProp.http.proxyHost=[indirizzo proxy] systemProp.http.proxyPort=[porta proxy] systemProp.http.proxyUser=[nome opzionale utente] systemProp.http.proxyPassword=[password opzionale] systemProp.http.nonProxyHosts=[*.nonproxyrepos.com|localhost indirizzi da escludere] Nota
Se necessario potete aggiungere le stesse righe con il prefisso systemProp.https per impostare il proxy anche per gli indirizzi in https

Installare Groovy, Gradle, Grails, Griffon in Ubuntu 13.04 con GVM

Introduzione
A lavoro da quasi un anno utilizziamo con successo Groovy, un linguaggio dinamico vicino al mondo Java e che produce bytecode compatibile con la JVM.
Lo utilizziamo per scrivere sorgente accanto a quello Java quando la prototipizzazione si rende necessaria e per quelle classi per le quali gli algoritmi interni vogliono essere concisi ed espressivi senza la verbosità del codice Java. Intorno a questo linguaggio sono nati diversi progetti interessanti come per esempio Griffon che permette di scrivere facilmente applicazioni desktop, come ad esempio JttsLite al quale collaboro.
A casa, lavoro su una Ubuntu 13.04 ed ho avuto l'esigenza di installarmi in maniera veloce e pulita Groovy e le derivate sfruttando un ottimo tool: GVM (Groovy enVironment Manager GVM).
GVM  funge da package manager da linea di comando per Groovy e per l'ecosistema di progetti SDK che vi gravitano intorno: Groovy Grails Griffon Gradle Lazybones e Vert.x. E' uno strumento che permette di ge…

Inviare file da Rhythmbox ad una chiavetta USB

Problema Il mio music manager preferito è Rhythmbox perché è essenziale ed ha tutte le minime funzionalità utili. Una funzionalità un po' nascosta è quella che permette l'invio dei brani selezionati ad una chiavetta USB, cosa molto utile se si vuole ad esempio organizzare una pendrive per ascoltarsi la musica preferita in auto... come mi ha chiesto mia moglie questa mattina!
Fortunatamente Rhytmbox viene impacchettato con una serie di plugin che possono essere abilitati all'occorrenza, uno di questi farà al caso nostro.

Soluzione1. Dal menu principale Modifica selezionate la voce di menu Plugins. Si aprirà una finestra di dialogo per la gestione dei plugin. Quello che dobbiamo selezionare è Invia brani scritto da Filipp Ivanov.


2. Una volta abilitato il plugin, selezionate la musica che desiderate trasferire, aprite il menu contestuale con il tasto destro del mouse e selezionate la voce di menu Invia a.


3. A questo punto selezionate dischi removibili dal menu a tendina e quin…

Ubuntu 13.04: Velocizzare Unity 7 su macchine datate

Introduzione Il mio macinino di casa, un ottimo ASUS F6A-3P063C inizia a perdere colpi in fatto di performance. Le ultime versioni di Ubuntu montano come shell grafica Unity e dalle prime sperimentazioni nella Ubuntu Netbook Edition ne è stata fatta di strada: nuove funzionalità a scapito delle prestazioni. Con la versione 7 di Unity installata in Ubuntu 13.04 le cose sono migliorate rispetto alla 12.10 e l'obiettivo di Canonical di avere un'unica piattaforma per dispositivi mobili, desktop e tv porterà sicuramente verso uno snellimento dei requisiti hardware. Per intanto possiamo migliorare le prestazioni con dei piccoli accorgimenti e rinunciando a qualche funzionalità che nel mio caso ritengo più che accettabile. Piccoli accorgimenti 1. Rimuovere le lens che non si ritengono necessarie Per prima cosa si possono rimuovere le lens che non si ritengono necessarie. Nel mio caso, per esempio, avendo la libreria musicale in sotto-cartelle definite, così come i video, non ho biso…

Regolare la larghezza di Guake in Ubuntu 13.04

Introduzione
Guake è probabilmente uno terminali più comodi da usare per chi è abituato a lavorare con gli shortcut della tastiera. E' un terminale sempre attivo durante la sessione utente e richiamabile con effetto top-down da un tasto prescelto.
Una delle personalizzazioni che mancano all'applicazione è quella dell'impostazione della larghezza del terminale (vedi il ticket #10). Nel caso specifico di Ubuntu 13.04 questo è un problema che limita l'uso della barra di scorrimento verticale.

Soluzione
Guake è uno script scritto in python, il sorgente può quindi essere facilmente modificato da editor di testo come gedit.
Aprite un terminale ed eseguite il seguente comando per avere uan copia di backup di guake:
sudo mv /usr/bin/guake /usr/bin/guake_old
Modificate quindi il sorgente con il seguente comando sempre da terminale
sudo gedit /usr/bin/guake
Cercate nel testo la funzione che si chiama get_final_window_rect(self) e verso la riga 826 troverete la variabile width che va…

Installare HandBrake in Debian 6 o Ubuntu 12.10 (32 bit)

Descrizione
HandBrake è un progetto open source rilasciato sotto licenza GNU General Public License, versione 2 che permette di eseguire della transcodifica video e solitamente viene utilizzato per convertire DVD e Bluray che non abbiano protezioni in file formato mkv o mp4.
Prima di procedere all'installazione del programma vero e proprio è altamente consigliato installare del software per decriptare eventuali DVD criptati con il sistema Content Scramble System (CSS). Il pacchetto in questione è la libreria libdvdcss2 che è una parte del progetto VideoLAN.

Installazione in Debian 6

Installazione libdvdcss2
Per installare libdvdcss2 ci si può basare sul repository Debian Multimedia http://www.deb-multimedia.org con questi pochi passi
1 Abilitare il repository modificando il file /etc/apt/sources.list da terminale
sudo gedit /etc/apt/sources.list
Aggiungere le seguenti righe in coda
deb http://www.deb-multimedia.org squeeze main non-free
Salvare e chiudere il file. Sempre da terminale

2…

Condividere cartelle tra utenti locali in Ubuntu

Scenario
Io e mia moglie usiamo lo stesso portatile con Ubuntu 12.10 e abbiamo avuto ultimamente sempre più necessità di condividere musica e foto tra i nostri profili. Questo post spiega come permettere a diversi utenti locali di condividere in lettura e scrittura delle cartelle condivise.

Soluzione
L'idea è quella di usare bindfs (http://code.google.com/p/bindfs), uno strumento che permette di montare una cartella del filesystem in un altro punto di mount con i permessi impostati. Permette di specificare il proprietario e i permessi dei file nel punto di mount.

Procedimento
Installare bindfs eseguendo da terminale
sudo apt-get install bindfs

Creare una cartella condivisa
Creiamo per esempio una cartella da condividere in /home con il comando da terminale
sudo mkdir /home/shared
Permettere solo all'utente root di accedervi, sarà poi bindfs ad impostare i permessi a runtime. Eseguiamo quindi i seguenti comandi da terminale:
sudo chown root: /home/shared sudo chmod 0700 /home/shared

Problema di crash continui con Eclipse Juno 4.2 + Ubuntu 12.10

Problema
Dopo aver installato la nuova versione di Eclipse (Juno 4.2) su una Ubuntu 12.10 si possono riscontrare diversi crash improvvisi dell'interfaccia grafica.

Causa
Il problema è causato dalla versione di webkit 1.0 installata in Ubuntu 12.10 che non è ancora ben supportata da Eclipse. Il problema viene descritto dal bug #392967 e in askubuntu.

Soluzione
Per risolvere il problema è necessario eseguire un downgrade del pacchetto. I pacchetti necessari per la versione a 32 bit si trovano a questi indirizzi.
http://packages.ubuntu.com/precise/i386/libwebkitgtk-1.0-0/download
http://packages.ubuntu.com/precise/all/libwebkitgtk-1.0-common/download
http://packages.ubuntu.com/precise/i386/libjavascriptcoregtk-1.0-0/download

Una volta scaricati i pacchetti da terminale si eseguono questi due passi:

1. Installazione dei pacchetti:
sudo dpkg -i libwebkitgtk-1.0-common_1.8.3-0ubuntu0.12.04.1_all.deb libjavascriptcoregtk-1.0-0_1.8.3-0ubuntu0.12.04.1_i386.deb libwebkitgtk-1.0-0_1.8.3-0ubuntu0.1…

Problema di visualizzazione Youtube con Chrome (Ubuntu 12.10)

Problema
Da qualche giorno la visualizzazione dei video di Youtube con Google Chrome (versione 24) in Ubuntu 12.10 mi ha dato un problema grafico come si può vedere dal seguente screenshot.

Sul video compare un effetto "neve" a pixel gialli che rende sgradevole la visualizzazione. Altri utenti lamentano lo stesso problema nel forum di supporto di Chrome [link].

Causa
La causa del problema sembra essere la presenza di due plugin flash player che vanno in conflitto tra loro. Solitamente un utente Ubuntu installa il pacchetto adobe-flashplugin per poter vedere i contenuti in flash e Chrome dal canto suo fornisce il proprio plugin integrato basato sulle API Chrome/Pepper.

Soluzione
La soluzione o almeno un workaround per il momento è quello di andare a disabilitare il plugin di Chrome e mantenere quello di Adobe. Per fare ciò basta seguire questi pochi passi:

Dalla barra degli indirizzi di Chrome digitare chrome://plugins/ e premere invioIn alto a destra usare il link Dettagli per …