Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2013

Greentone Development - 0: Introduzione

Da un pò di tempo stavo pensando di scrivere una documentazione più ordinata per aiutare gli sviluppatori ad aiutare il progetto Greentone di cui sono l'unico sviluppatore e che con Davide come utilizzatore finale portiamo avanti da qualche anno. Ultimamente causa matrimoni, casa, lavoro e l'arrivo dei figli il tempo diventa sempre di meno anche se noto con piacere come alcune persone si affacciano alla porta chiedendo di poter dare una mano per il progetto. Greentone è un gestionale pensato per piccoli studi professionali e dalle caratteristiche essenziali. Spesso i gestionali in commercio offrono un'infinità di funzionalità mentre Greentone si vuole concentrare sul concetto di incarico professionale e svilupparci intorno le funzionalità minime per poterne gestire il ciclo di vita. Greentone è scritto in Java e ed il suo ciclo di vita produttivo è gestito con Gradle. E' un progetto Eclipse ma può essere sviluppato anche con altre IDE. Utilizza diferse librerie import…

Alternativa ad Evernote per Ubuntu: Zim + Dropbox

Premessa Evernote è un prodotto di moda ultimamente ma con un pò di fantasia si possono costruire delle valide alternatice, fatte in casa. Lo scopo non è quello di ottenere un clone di Evernote; l'idea di base è quella di avere una wiki personale utilizzabile per raccogliere informazioni e note, sincronizzata tra più macchine GNU\Linux e perchè no anche con dispositivi Android. Per raggiungere questo scopo si possono usare Zim e il servizio di cloud storage, Dropbox.

Cos'è Zim
Zim è un edito di testo utilizzato per raccogliere pagine wiki. Le pagine vengono salvate su file system su cartelle strutturare e in formato testo piano. Zim porta quindi il concetto di wiki lato desktop. L'obiettivo principale è quello di fornire una wiki personale che possa:

mantenere un archivio di noteprendere note durante riunioniorganizzare le cose da fareessere un luogo adatto per salvare bozze di mail e documentiregistrare idee di un brainstorming
Le funzionalità di Zim poi sono espandibili med…

Ubuntu 13.04: GDBus.Error:org.openobex:Error.Failed

Problema
Ieri ho avuto la necessità di trasferire una foto dal portatile e con piacere ho notato che mi restituiva il seguente errore:

GDBus.Error:org.openobex:Error.Failed: Unable to request session Qualche versione fa di

Ubuntu sono incappato in un problema simile, anche se il problema era legato alla sequenza di avvio del servizio di bluetooth: http://niubbo.blogspot.it/2011/05/problema-bluetooh-in-ubuntu-1104-natty.html.
Questa volta il bug sembra interessare il componente gnome-bluetooth ed è tracciato in Bug #1148033.
Work around Un work around funzionante è proposto da Solario nei commenti del bug.
Hi guys, I solved this problem don't using blueman.
Bluetooth will send and receive data if you run the bluetooth-applet.
I didn't find any other solution.
Da terminale dovete lanciare il seguente comando

Possibili miglioramenti
Si potrebbe eseguire il comando tra le applicazioni di avvio oppure aggiungere l'esecuzione nel file /etc/rc.local. Da utente root con il classico c…

Configurare Gradle dietro un proxy

Se vi trovate in una rete con proxy potrebbe succedere che Gradle non funzioni nell'aggiornare le dipendenze del vostro progetto. Per risolvere il problema basterà aggiungere il file gradle.properties nella cartella dove si trova il vostro build.gradle ed inserire le seguenti proprietà:
systemProp.http.proxyHost=[indirizzo proxy] systemProp.http.proxyPort=[porta proxy] systemProp.http.proxyUser=[nome opzionale utente] systemProp.http.proxyPassword=[password opzionale] systemProp.http.nonProxyHosts=[*.nonproxyrepos.com|localhost indirizzi da escludere] Nota
Se necessario potete aggiungere le stesse righe con il prefisso systemProp.https per impostare il proxy anche per gli indirizzi in https

Installare Groovy, Gradle, Grails, Griffon in Ubuntu 13.04 con GVM

Introduzione
A lavoro da quasi un anno utilizziamo con successo Groovy, un linguaggio dinamico vicino al mondo Java e che produce bytecode compatibile con la JVM.
Lo utilizziamo per scrivere sorgente accanto a quello Java quando la prototipizzazione si rende necessaria e per quelle classi per le quali gli algoritmi interni vogliono essere concisi ed espressivi senza la verbosità del codice Java. Intorno a questo linguaggio sono nati diversi progetti interessanti come per esempio Griffon che permette di scrivere facilmente applicazioni desktop, come ad esempio JttsLite al quale collaboro.
A casa, lavoro su una Ubuntu 13.04 ed ho avuto l'esigenza di installarmi in maniera veloce e pulita Groovy e le derivate sfruttando un ottimo tool: GVM (Groovy enVironment Manager GVM).
GVM  funge da package manager da linea di comando per Groovy e per l'ecosistema di progetti SDK che vi gravitano intorno: Groovy Grails Griffon Gradle Lazybones e Vert.x. E' uno strumento che permette di ge…