Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2013

Greentone Development - 4: Roadmap

In questo post dopo avervi illustrato come poter contribuire a Greentone volevo condividere con voi alcune considerazioni sulla roadmap che vorrei sviluppare. Greentone è un'applicazione con poche funzionalità e l'idea di fondo è proprio quella di mantenerlo semplice ed essenziale. D'altra parte ci sono delle funzioni che ci si aspetta e che non sono ancora presenti: prima tra tutte è la reportistica, e a seguire in ordine sparso la multi utenza, l'integrazione con piattaforme cloud e ovviamente miglioramenti che nascono dall'uso quotidiano del prodotto e dal feed back degli utenti.
Ci sono poi alcune considerazioni tecniche sulle librerie da usare e pratiche tra le quali la piattaforma di hosting più appropriata, la manualistica e tutto l'ecosistema che deve esserci attorno ad un progetto open source affinché questo rimanga vivo e manutenuto.

Reportistica
Ogni gestionale, ha il suo punto di forza sulla reportistica, intesa come la capacità di produrre informazi…

Greentone Development - 3: Import del progetto Gradle + Datanuclues Enhancer

Manca poco per iniziare a sviluppare Greentone. In questo post vedremo come concludere la configurazione del progetto Greentone. I passi sono semplici:

Import Gradle Project

Aprire Eclipse sul workspace di Greentone (nei nostri post era in ~/greentone/workspace)Dal menu principale, selezionare File quindi Import...Selezionare Gradle PorjectPremere il tasto Browse ed andare ad impostare il percorso di checkout del progetto (nei nostri post era in ~/greentone/svn)Premere il pulsante Build Model. Comparirà il progetto greentone che dovrà essere selezionatoPremere FinishAttendere che tutta la procedura di download delle librerie e build del progetto termini.
Nota 1: per aggiornare le librerie è necessario selezionare dal Package Explorer il progetto svn greentone e visualizzare il menu contestuale premendo il tasto destro del mouse. Selezionare dalla voce di menu Gradle quindi refresh dependencies.

DataNucleus Enhancer
Bene il più è fatto. Ora avete tutte le librerie. Manca solo una cosa prim…

Greentone Development - 2: Installare e configurare Eclipse

Nelle puntati precedenti abbiamo installato SVN e una Java SDK nella nostra Ubuntu, siamo ora pronti per installare e configurare l'IDE di riferimento per Greentone: Eclipse.

Installare Eclipse
Dal sito di Eclipse potete scaricare nell'area di download l'ultima versione stabile dell'IDE. Di solito preferisco il pacchetto Eclipse IDE for Java Developers. Come per la JDK di Java discussa nel post precedente il posto migliore dove decomprimere il pacchetto IMHO è la /opt.

tar -zxvf eclipse-java-juno-SR2-linux-gtk.tar.gz sudo mv eclipse/ /opt

Configurare l'avvio di Eclipse
Per prima cosa dobbiamo indicare ad Eclipse quale jvm utilizzare e per far ciò basta modificare il file di avvio in eclipse.ini presente nella cartella di intallazione dell'IDE. Per avere più informazioni trovate la documentazione ufficiale a questo indirizzo http://wiki.eclipse.org/Eclipse.ini

cd /opt/eclipse 
sudo gedit eclipse.ini

Con gedit dovrete aggiungere prima del parametro -vmargs il para…

Greentone Development - 1: Installare Java + Checkout da SVN

In questo post parleremo di come installare una JDK Java su una macchina GNU\Linux e inizieremo a preparare l'ambiente di sviluppo con il checkout del progetto dal repository SVN di Google Code.
Installazione di una JDK Greentone supporta Java dalla versione 1.6 e successive. Questo permette quindi di istallare Java o dai repository ufficiali di Ubuntu, oppure cosa che preferisco in una cartella qualunque del proprio sistema. Per questa guida seguirò la seconda strada per due semplici motivi: il sistema rimane pulito dall'installazione del pacchettoposso far convivere tutte le versioni di Java che voglio
Per sviluppare necessitiamo di una JDK e non della sola JRE, quindi andiamo sul sito della Oracle, link e   scaricate la versione per la piattaforma che state utilizzando x86 o x64, ovviamente la versione con estensione .bin. Una volta scaricato il pacchetto lo potrete per esempio copiare nella cartella di sistema /opt. Perchè /opt? Perchè secondo le direttive FHS di Linux sare…